Navigazione veloce

Accesso Civico

INFORMATIVA

ACCESSO CIVICO

Cosa è e come si esercita

L’accesso civico è il diritto – sancito dal Decreto legislativo del 14 marzo 2013, n. 33 – di richiedere i documenti, le informazioni o i dati che le pubbliche amministrazioni hanno l’obbligo di pubblicare, qualora queste abbiano omesso di renderli disponibili nella sezione Amministrazione Trasparente del sito istituzionale.

E’ un istituto che può essere esercitato da chiunque, è gratuito, non è soggetto a limitazioni di tipo soggettivo e non deve essere motivato. Il compito di controllarne e assicurarne la regolare attuazione è affidato al Responsabile della Trasparenza, che nelle Istituzioni scolastiche è il dirigente scolastico.

Per l’esercizio del diritto all’accesso civico va indirizzata una richiesta al Responsabile della Trasparenza e, in caso di mancata risposta o di ritardo, al titolare del potere sostitutivo.

 Il Dirigente scolastico, dopo aver ricevuto la richiesta, verificata l’effettiva sussistenza dell’obbligo di pubblicazione, provvede alla pubblicazione dei documenti o delle  informazioni oggetto della richiesta nella sezione Amministrazione Trasparente del sito istituzionale, entro il termine di 30 giorni. Procede, quindi, a dare comunicazione della avvenuta pubblicazione al richiedente indicando il relativo collegamento ipertestuale.

Tutela dell’accesso civico

Il richiedente può proporre ricorso al giudice amministrativo contro le decisioni e contro il silenzio sulla richiesta di accesso civico connessa all’inadempimento degli obblighi di trasparenza, entro trenta giorni dalla conoscenza della decisione dell’Amministrazione o dalla formazione del silenzio.

Differenza con l’accesso agli atti amministrativi

L’accesso civico è cosa diversa rispetto al diritto di accesso ai documenti amministrativi, la cui disciplina è contenuta nella Legge del 7 agosto 1990, n. 241.

Le diversità tra i due istituti sono state ben evidenziate nella sentenza n. 5515 del 2013 del Consiglio di Stato, sezione VI, che ha sottolineato come le disposizioni riguardanti l’accesso civico disciplinano situazioni non ampliative né sovrapponibili a quelle che consentono l’accesso ai documenti amministrativi.

Con il D.lgs. n. 33/2013, infatti, si intende procedere al riordino della disciplina intesa ad assicurare a tutti i cittadini la più ampia accessibilità alle informazioni, concernenti l’organizzazione e l’attività delle pubbliche amministrazioni, al fine di contrastare la corruzione e la cattiva amministrazione. L’accesso civico può essere esercitato unicamente nei confronti degli atti la cui pubblicazione è obbligatoria.

L’accesso ai documenti amministrativi, disciplinato dagli articoli 22 e seguenti della Legge 7 agosto 1990, n. 241 è riferito, invece, al “diritto degli interessati di prendere visione ed estrarre copia di documenti amministrativi”, intendendosi per “interessati….tutti i soggetti….che abbiano un interesse diretto, concreto ed attuale, corrispondente ad una situazione giuridicamente tutelata e collegata al documento al quale è chiesto l’accesso”: in funzione di tale interesse la domanda di accesso deve essere opportunamente motivata.

  TABELLA RIASSUNTVA ACCESSO CIVICO
Destinatari: Chiunque abbia diritto di richiedere i documenti, le informazioni o i dati, la cui pubblicazione è obbligatoria ai sensi del Decreto legislativo n.33/2013, nel caso in cui le pubbliche amministrazioni abbiano omesso di pubblicare nel sito istituzionale.
Requisiti: Non sono richiesti requisiti e la richiesta non deve essere motivata.
Termini di conclusione del procedimento: 30 giorni
Termini di presentazione: La richiesta si può presentare in qualsiasi momento dell’anno.
Documentazione: La richiesta può essere presentata sul modulo appositamente predisposto e presentata:

1.        tramite posta elettronica all’indirizzo: see04100q@istruzione.it

2.        tramite Posta Elettronica Certifcata all’indirizzo: see04100q@pec.istruzione.it

3.        direttamente presso gli uffici relazioni con il pubblico.

Modulistica:

 

modulo accesso civico.
Responsabile della trasparenza: Dirigente scolastica prof.sssa Maria Alfano.

Normativa di Riferimento:

Allegato in PDF riscrivibile – istanza – atti e dati (CLICCA)

Allegato in PDF riscrivibile– istanza – generalizzato (CLICCA)

Allegato in PDF riscrivibile– istanza -legge 241/90 (CLICCA)